Studio Dentistico Dr. Domenico Maviglia

  • sorriso bianco
  • sbiancamento denti
  • dentista bambini

Chirurgia dentale

chirurgia dentale

Nello studio dentistico del dott. Maviglia si attuano interventi di piccola e grande chirurgia dentale per l'estrazioni di denti erotti, residui radicolari, denti inclusi o semi-inclusi nelle ossa mascellari, apicectomie (asportazioni dell'apice di denti coinvolti in processi flogistici), asportazione di cisti e tumori del cavo orale.

Si effettuao altresì interventi di chirurgia preprotesica come i rialzi di seno, cioè elevazioni del pavimento del seno mascellare mediante innesti di osso o biomateriali o la chirurgia ricostruttiva ossea, implantologia e parodontologia.
 

Conservativa

conservativa

Branca dell'odontoiatria restaurativa, la conservativa si occupa della cura dei denti cariati sia attraverso l'eliminazione della carie, sia attraverso la chiusura delle cavità risultanti dall'eliminazione dello smalto e della dentina cariata

Se la carie è superficiale, ci si limita ad asportare parte della dentina e dello smalto interessati dalla carie, otturando il dente con appositi materiali come il composito.

Se invece la carie è profonda, può sussistere un interessamento della polpa del dente contenente anche le fibre nervose, e si ricorre quindi alla cura canalare detta anche devitalizzazione.

Il termine conservativa indica proprio l'obbiettivo di tali cure, cioè quello di conservare i denti altrimenti distrutti dalla carie.

Fluoroprofilassi

Lo studio effettua sedute di fluoroprofilassi per rinforzare la barriera protettiva del dente. Il fluoro aiuta nella prevenzione della carie dentaria perché nella fase di formazione della struttura minerale dello smalto rimpiazza gli ioni idrogeno con ioni fluoro, formando al posto dell'idrossiapatite, normale costituente dello smalto dei denti, la fluoroapatite: sostanza più resistente all'attacco acido, demineralizzante, della placca batterica.

A tale scopo il fluoro si può assumere dalla gravidanza fino a 6 anni, mediante compresse reperibili in farmacia che determinano una riduzione dell'incidenza della carie dell 80%.

Quando il dente è formato, il fluoro favorisce la remineralizzazione dello smalto già lesionato dagli acidi della placca batterica e, particolare non trascurabile, inibisce il metabolismo dei batteri della placca. Applicato sui denti dopo che lo smalto si è formato, con l'uso di dentifrici fluorati per l'igiene orale quotidiana, riduce l'incidenza della carie del 24%. Ciò significa che in chi spazzola i denti utilizzando dentifrici al fluoro sono state riscontrate il 24% in meno di cavità cariose rispetto a chi spazzola i denti senza utilizzare dentifrici al fluoro.

I dentifrici fluorati sono pertanto più efficaci nella prevenzione della carie dentaria rispetto ai dentifrici non fluorati purché siano rispettate le seguenti condizioni: il contatto tra il dentifricio e il dente non deve essere troppo fuggevole; il dentifricio deve contenere costantemente il fluoro sotto forma di sale solubile; il tenore di fluoruro sodico, potassico del dentifricio deve risultare sufficientemente elevato (0,50%).
 

Endodonzia

endodonzia

L'endodonzia si occupa della terapia dell'endodonto, lo spazio all'interno dell'elemento dentario che contiene la polpa dentaria, costituita da componente cellulare, vasi e nervi.

Vi si ricorre quando una lesione cariosa o traumatica al dente ha determinato un'alterazione irreversibile del tessuto pulpare, fino alla necrosi dello stesso.

È possibile ricorrere a questa metodica anche quando l'elemento dentario deve essere coinvolto in riabilitazioni protesiche che, a causa della notevole riduzione di tessuto dentale stesso, determinerebbero con alta probabilità un'alterazione pulpare irreversibile (necrosi pulpare per cause iatrogene).

La tecnica utilizzata dal dott. Maviglia è la terapia ortograda attraverso un trattamento canalare guidato più sigillatura tridimensionale di tutte le strutture del canale (compresi canali laterali e delta apicale) tramite una gomma termoplastica (guttaperca) ed un cemento canalare autoindurente, secondo le tecniche di condensazione laterale a freddo, o condensazione verticale a caldo e seguito da radiografie passo passo per vedere lo stato della procedura.

FACCETTE DENTALI

faccette denti

Rimedi odontoiatrici per problemi come denti spezzati, rovinati e storti, le faccette dentali o faccette estetiche fanno parte di quella branca della medicina odontoiatrica detta proprio odontoiatria estetica, anche se la loro funzione non è esclusivamente estetica.

La perfetta struttura degli elementi dentali consente la normale funzionalità del morso, specialmente durante la masticazione. Le faccette dentali permettono di ripristinare queste funzioni e divengono quindi importanti per la salute degli individui, oltre che migliorarne l’aspetto estetico, in un'epoca in cui l’estetica gioca un ruolo decisamente importante nella vita degli individui.

L’intervento chirurgico per l'applicazione delle faccette è molto semplice: si prende un’impronta dentale del paziente e poi la si manda al laboratorio odontotecnico. Nel frattempo si inseriscono faccette dentali provvisorie in resina. In un secondo intervento si applicano le faccette in ceramica, che hanno uno spessore di circa 5-7 mm, tramite cementificazione direttamente sulla parte esterna del dente (labiale), dopo aver preparato lo smalto.

Le faccette hanno una grande resistenza, e, se ben curate, possono durare anni. Il paziente dovrà comunque fare attenzione durante la masticazione, onde evitare problemi come filettatura o crepe nella ceramica.

Igiene (ABT)

Igiene ABT

L'ablazione del tartaro o detartrasi consiste nella rimozione meccanica dei depositi di tartaro sui denti mediante uno strumento odontoiatrico ad ultrasuoni (ablatore) che agisce sulla placca e sul tartaro eliminando gli agenti eziologici che causano infiammazione.

In seguito alla detartrasi, i denti sono più sensibili per due motivi. Innanzitutto il tartaro, legandosi alla superficie dentaria, danneggia la gengiva ed espone le radici dei denti che non sono ricoperte da smalto e quindi sono sensibili al caldo e al freddo. Inoltre il tartaro man mano che progredisce crea una specie di "coperta" intorno al dente, isolandolo dal caldo e dal freddo, per cui quando viene rimosso si ha la sensazione di avvertire maggiormente il caldo e il freddo.

L'aumento della sensibilità dentaria non è comunque duraturo, e termina dopo qualche settimana dal trattamento.

Lo studio dentistico Maviglia si avvale, come rifinitura, di un macchinario che consente di eliminare macchie e pigmentazioni sulla superficie dei denti (AirFlow) utilizzando uno spray al bicarbonato aromatizzato che non lede minimamente lo smalto. Alla fine si usa una sostanza soprannominata ‘’polish’’ per la lucidatura.

IMPLANTOLOGIA/CARICO IMMEDIATO

implabtologia

Il carico immediato è una tecnica odontoiatrica che permette di inserire impianti in titanio e di fissarvi sopra le corone provvisiorie in resina o in compositonel giro di 24 / 72 ore dall'intervento, a secondo della sistematica adottata.


Prima di iniziare un caso è fondamentale un’ accurata pianificazione del protocollo operativo, ovvero dell’intero trattamento terapeutico. Le tecniche implantari sono una soluzione terapeutica determinanti la formulazione di un piano di trattamento di un paziente affetto da edentulia. L’esperienza clinica maturata nell’arco degli ultimi anni ha permesso di migliorare la qualità estetica dei lavori finalizzando oltre che l’approccio chirurgico microinvasivo fasi tecniche di laboratorio grazie all’utilizzo di faccette preformate in composito dall’elevata resa estetica.

Descrizione:
Il carico immediato è una metodica di chirurgia-implantare di elevato interesse attuale, che è elemento di svariati studi scientifici dato il diffondersi della metodica in modo esponenziale. Si tratta di un intervento chirurgico protesicamente guidato che consente al paziente una riabilitazione completa fissa dell’arcata dentaria interessata nell’arco di 72 ore, ovvero 3 giorni.

Chi interessa:
Interessa pazienti dai 18 anni in su che hanno un limitato stato di salute orale sia in termini funzionali (difficoltà alla masticazione) che estetici (compromissione dei rapporti sociali). C’è da evidenziare che sempre più persone portatrici di protesi rimovibili( dentiere) decidono di abbandonare tale protesi a favore di una masticazione più efficace, ri-percezione del gusto e comfort orale(grazie alla mancanza della flangia che ricopre il palato).

Come funziona:
L’intervento chirurgico e la riabilitazione protesica si completano attraverso la collaborazione tra chirurgo, prototesista e laboratorio odt. Il primo giorno il paziente è sottoposto all’intervento, al termine del quale verrà presa un’impronta di posizione. Il secondo giorno il paziente si sottopone ad una misurazione prova di una barra in lega fusa, fase in cui si può notare che non sono presenti ecchimosi, edemi ne alcun segno clinico di lesioni post-operatorie passeggere grazie all’approccio chirurgico mini invasivo. Il terzo giorno al paziente viene consegnata la protesi fissa definitiva e la sera stessa può tranquillamente mangiare senza alcun timore.

E in seguito?
In seguito il paziente deve semplicemente sottoporsi a periodiche (ogni 6 mesi) visite di controllo e igiene orale professionale, contemporaneamente all’ausilio quotidiano di strumenti per l’igiene orale indicati per portatori di protesi fissa (scovolini e/o idropulsori).

Limiti:
Eventuali limiti alla possibilità di ricorrere all'implantologia sono rappresentati dallo stato di salute generale e dall'assenza di quantità ossee e/o limiti anatomici (canale mandibolare, seni mascellari). In questi ultimi casi si ricorre con successo ad una rigenerazione ossea atta a potere accogliere e sostenere gli impianti da posizionare.

Esistono dierse tecniche di rigenerazione ossea che vengono applicate in funzione delle necessità che si presentano e che sono necessarie per un corretto posizionamento degli impianti.

Percentuali di successo:
Le percentuali di successo degli impianti sono superiori al 98%.

LASERTERAPIA

laser denti

Dispositivo che produce un raggio di luce monocromatica con diversi mezzi attivi (solido, liquido o gassoso), diverse lunghezze d’onda e quindi diversi campi di applicazione, il laser applicato all’odontoiatria è una nuova tecnologia che tratta le patologie orali offrendo un sicuro comfort alle persone che affrontano le cure e una grande efficacia terapeutica.

Ecco alcuni dei trattamenti possibili tramite laserterapia:

rimozione della carie/preparazione della cavità. Senza anestesia nel 96% dei casi
endodonzia (preparazione dei canali)
curettage laser-assistito dei tessuti molli/detartaraggio dei solchi molari
ripristino del contorno dell’osso
rimozione selettiva del tessuto granulare
decontaminazione batterica
gengivectomia
gengivoplastica
sbiancamento dentale
desensibilizzazione
chirurgia dei tessuti molli

ORTODONZIA

apparecchio invisibile

L’ortodonzia o ortognatodonzia è una branca dell'odontoiatria che studia le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari, con lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare tali anomalie mantenendo o riportando gli organi della masticazione e il profilo facciale nella posizione più corretta possibile.

La pratica ortodontica consiste sostanzialmente in due tipi di terapia che molto spesso sono consequenziali: la terapia chirurgica, che si attua estraendo quei denti che ostacolano l'allineamento e l'articolazione degli altri o la corretta posizione dento-facciale, e la terapia meccanica, che si attua mediante la costruzione di diversi tipi di apparecchi. Questi apprecchi possono essere attivi, se agiscono direttamente con la loro forza quando viene attivata (es. apparecchi con viti, archi, molle ecc.), o passivi, se sfruttano le forze masticatorie essendo di per sé inattivi (es. placca vestibolare, piano inclinato, ecc.).

All’interno dello studio Maviglia viene applicata la terapia sia per bambino che per adulto; caratteristica principale è l’utilizzo dell’apparecchio ortodontico ‘’invisalign’’ che permette una cosmesi del sorriso veloce ed invisibile.

PROTESI

protesi

 

La protesi dentale si occupa della riabilitazione della dentatura originaria persa o compromessa per motivi funzionali od estetici attraverso l'applicazione di manufatti protesici di tipo fisso o mobile.

Con il termine “protesi fissa” si intendono i manufatti protesici in resina (provvisori) e in ceramica o zirconio (definitivi) non rimovibili dal paziente atti a sostituire un dente singolo (corona) o più denti (ponti). Essi vengono ancorati ai denti del paziente, opportunamente limati e preparati, o agli impianti che svolgono la funzione di radici artificiali.

Con il termine “protesi mobile” si intendono invece i manufatti protesici atti alla sostituzione dell’intera arcata o di parti di essa, facilmente rimovibili da parte del paziente stesso durante l’arco della giornata per le manovre di pulizia. Le protesi mobili possono essere di tre tipi: protesi totali, ossia le cosiddette dentiere, sostenute dai tessuti molli (gengive) del paziente, protesi parziali o scheletrate, ancorate ai denti residui del paziente, od infine ancorate agli impianti osteointegrati, definite Overdenture.

SBIANCAMENTO DENTALE

sbiancamento denti

Lo sbiancamento dentale è una pratica che viene eseguita a livello professionale allo studio dentistico dal personale specializzato e con la supervisione costante del dott. Maviglia.

Il motivo per cui si sceglie di effettuare uno sbiancamento è fondamentale e l’assistente attraverso un’accurata anamnesi si assicura che il paziente abbia ben chiaro che lo sbiancamento non è un miracolo che fa diventare i denti da grigio scuro o marrone a bianco latte, ma semplicemente restituisce il bianco naturale dei denti che per noi occidentali và da una colorazione definita A1 ; A2; A3; A3,5; B1; B2 etc. una volta effettuata l’accurata anamnesi, si provvede alla seduta vera e propria che tra la preparazione e l’esposizione vera e propria alla fonte luminosa che attiva il perossido di idrogeno, molecola definita sbiancante, perché penetra nei tubuli dentinali che si aprono e agisce eliminando le macchie incamerate nei denti.

Dopo alcuni minuti di esposizione alla fonte luminosa, si provvede alla rimozione del perossido e della diga protettiva e si fa la lucidatura... Quindi il tutto avviene nel modo più veloce e sicuro possibile .

STUDIO DENTISTICO DR. DOMENICO MAVIGLIA | 34, Via Lia - 89122 Reggio Di Calabria (RC) - Italia | P.I. 02381900808 | Tel. +39 0965 46661   - Cell. +39 340 1095680 | Fax. +39 0965 374225 | odontoiatramaviglia@libero.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy